Metodi per sopravvivere – Iperborea

Metodi per sopravvivere – Iperborea

Oggi vi parlo dell’ultima uscita di Iperborea

Tra il 17 e il 19 marzo, a Milano, si è svolto il festival di letteratura organizzato da Iperborea.

Per chi non la conoscesse, è una casa editrice indipendente fondata nel 1987 da Emilia Lodigiani, che pubblica in Italia letteratura dell’area nord-europea. Se volete saperne di più vi consiglio di leggere la loro breve spiegazione che trovate qui
Personalmente è una delle mie case editrici preferite, non solo per la qualità dei testi che pubblicano ma anche per l’impegno che dimostrano nel creare un oggetto-libro bellissimo (quindi sto parlando di copertina, grafica, carta, inchiostro e così via). 

Al festival I Boreali di quest’anno c’erano presenti, tra gli altri, Jón Kalman Stefánsson e Guðrún Eva Mínervudóttir.
Per Iperborea lei ha pubblicato proprio di recente il suo primo romanzo: Metodi per sopravvivere

Ambientato in Islanda, Guðrún Eva racconta la storia di quattro personaggi: una giovane adolescente con problemi alimentari e con la madre, un bambino con problemi in famiglia, una vedova che gestisce un hotel e un signore con un Labrador. All’inizio i quattro si sfiorano soltanto, mentre mano a mano che la storia prosegue vediamo intrecciarsi tutti i fili. Dal leggere quelli che paiono singoli racconti finiamo per trovarci in un romanzo vero e proprio dove non mancano i colpi di scena! il tutto ambientato in una cittadina fuori Reykjavik. 

Se volete un libro che vi trasporti in Islanda, non credo sia il migliore, ma se avete voglia di immergervi in una storia delicata e raccontata quasi con gentilezza ma decisione, allora Metodi per sopravvivere è ciò che fa per voi. 

Metodi per sopravvivere - Iperborea



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *