Come viaggiare leggeri e sostenibili

Come viaggiare leggeri e sostenibili

Zaino 50l, prodotti ecosostenibili e si parte!

Non è così facile, direte voi, e sono d’accordo. Lasciare le proprie abitudini può essere complicato, specialmente se il nostro background familiare e di amicizie non ci aiuta.
È molto più naturale infatti passare a prodotti eco se anche la nostra amica o amico lo fanno, perché avrete qualcuno di cui vi fidate che vi dà la sua parola, che vi rassicura, dandovi garanzia che quella cosa funziona e che non butterete via i soldi. 

Io per fortuna ho sempre avuto due genitori rispettosi della natura che mi hanno insegnato ad impattare il meno possibile, ma non è così scontato. La plastica e la comodità sono ormai così presenti nelle nostre vite che ci risulta poi complesso pensare di rinunciare a un prodotto con cui ci siamo sempre trovati bene. 

Nonostante usi da qualche anno, per esempio, shampoo, balsamo e bagnoschiuma solidi, ancora non mi sono fidata a provare il dentifricio in polvere o il deodorante in crema. Perché? non lo so nemmeno io esattamente. Pregiudizi? pigrizia? motivi economici? tutto questo e altro ancora. Quindi non preoccupatevi se anche voi farete fatica a fare il primo passo verso una vita più sostenibile. 

Però a un certo punto bisogna buttarsi, perché vi renderete conto della comodità, praticità e soddisfazione personale che vi darà utilizzare certi prodotti.

Come scrivevo anche in un altro articolo, io uso da un anno e mezzo circa i prodotti di Makeyougreener, e mi trovo benissimo. Giusto oggi mi è arrivato un loro bellissimo pacco con all’interno un portaspazzolino in bambù e il profumatissimo detergente viso che funge anche da struccante. 

Come viaggiare leggeri e sostenibili

Chi c’è dietro Makeyougreener? non immaginatevi una super azienda dove voi siete solo dei numeri per fatturare, tutt’altro! Sonia e Valeria (e altri dipendenti dietro le quinte), due fantastiche e giovani ragazze, si impegnano moltissimo e costantemente per cercare, diffondere e darvi prodotti di qualità davvero ecosostenibili. Una cosa che adoro? in ogni pacco che ricevete, trovate un bigliettino scritto a mano da loro. 

Anche Garnier produce shampoo solido, per esempio, ma penso sia meglio cercare di sostenere le piccole imprese piuttosto che affidarsi sempre ai colossi.
Se deciderete di voler provare i loro prodotti, potrete usufruire dello sconto del 10% con il codice GREENERGAIA10%

Oltre ai prodotti ecosostenibili, per viaggiare leggeri suggerisco di utilizzare uno zaino capiente e comodo, piuttosto che un trolley. Poi dipende, se siete vacanzieri o viaggiatori. Per i primi credo sia più comoda la valigia, perché vi sposterete ben poco, quindi uno zaino vi peserebbe sulle spalle inutilmente, se invece rientrate nella seconda categoria, vi muoverete molto da un posto all’altro e la praticità dello zaino è imbattibile. 

Il mio zaino è un 50l Decathlon con cui viaggio da anni e mi trovo benissimo. Purtroppo è fuori produzione, ma se andate in negozio sono certa troverete quello che fa per voi.
L’altro inseparabile compagno è il 30l che potete trovare qui.

Ma come essere meno impattanti sull’ambiente mentre si viaggia? Per esempio portandosi dietro la propria borraccia invece di comprare sempre bottigliette, è semplice e meno dispendioso.
Quando c’è la possibilità economica e avete tempo poi, sarebbe meglio prendere i treni invece che gli aerei.
Ben inteso, anch’io prendo gli aerei per spostarmi da uno stato all’altro, ma quando riesco mi muovo su rotaie.

Tra poche settimane volerò in Norvegia per questioni di lavoro. L’aereo per arrivare ad Oslo era decisamente più economico rispetto ad altre soluzioni, e siccome non ho un portafoglio a fisarmonica, come si suol dire, non ho avuto altra scelta.
La capitale però non sarà la mia meta, bensì Bodø, molto più a nord. Come arrivarci? avevo guardato qualche treno per arrivare a Bergen e poi spingermi verso nord ma… mi sono spaventata! era COSTOSISSIMO. Allora con gran rammarico ho cercato subito un volo Oslo-Bodø. 

Ma era davvero tanto più costoso? no.

Mi è bastato fare altre ricerche, cambiare un po’ i piani e prenotare con anticipo per risparmiare e riuscire a fare Oslo-Trondheim e Trondheim-Bodø in treno. La differenza totale? €17.
Vale la pena risparmiare una ventina di euro sapendo di inquinare tantissimo con l’ennesimo aereo? io credo di no. In più le ferrovie norvegesi sono molto efficienti e attraversano panorami assolutamente unici che con l’aereo mi sarei persa. 

Per concludere, potete scegliere di essere più sostenibili anche una volta arrivati nel paese di destinazione, comprando e sostenendo imprese che si impegnano per l’ambiente, dove la provenienza dei materiali è locale e non vi è sfruttamento del personale. 

Quindi sì, viaggiare sostenibili è un po’ più impegnativo ma decisamente possibile. Vi assicuro però che una volta che proverete e troverete il prodotto e il metodo che fa per voi, non tornerete più indietro. 

E se state ancora pensando “eh ma non posso spendere x per uno shampoo”, beh, provate a uscire una sera in meno o a comprarvi l’ennesimo vestito/oggetto di cui non avete davvero bisogno, e vedrete che potrebbe essere un ottimo step di partenza per risparmiare quel poco che basta per passare a una vita più sostenibile. 

I prodotti solidi non solo durano di più ma tratteranno meglio anche il vostro corpo. Quindi se spendete, ipotizzando, €5 per un balsamo che vi dura 3 settimane, comprandone uno solido magari spenderete €10, ma di settimane ne dura il doppio. 


Ritengo importante una precisazione: non giudico nessuno, e non faccio i conti in tasca a nessuno. Chi può provarci lo sa e starà alla sua coscienza dire “è ora di cambiare” piuttosto che “questo mese e i prossimi proprio non ce la faccio”. Provateci se potete, non sentitevi giudicati se non riuscite. 

Vi ho convinto a fare il primo passo? 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *